blog-post-img-280

Vale la pena investire nel video?

Secondo  IAB Europa – l’agenzia portavoce del business digitale in Europa, l’Italia è il primo paese del vecchio continente nel fruire di contenuti video sul Web. E per quanto riguarda il mercato globale dell’advertising online, siamo al quinto posto assoluto. Il dato vi fa riflettere?

Citiamo Il presidente di IAB Italia Simona Zanette:

“Il video online ha raggiunto il 20% sul totale del segmento display, segnando il miglior risultato europeo. È per noi un importante indicatore culturale: la tradizionale preferenza degli italiani per la televisione ha determinato infatti la centralità del video anche nell’ambito digitale” 

Se poi diamo un sguardo alle statistiche riportate da ITespresso, vediamo che:

  • ·        il mercato dell’advertising online ha chiuso il 2012 con una crescita dell’+11,5% pari a un valore di 24,3 miliardi di euro in Europa;
  • Video e mobile regnano sul  mercato della pubblicità in Rete: il video ha segnato un incremento di 50,6% nel 2012 (661,9 milioni di euro), il mobile si è impennato del 78,3% (392 milioni di euro);
  • ·        Il mercato del Display Advertising ha chiuso il 2012, segnando una crescita minore, ma tanto per dire,  del 9,1% totalizzando 7,8 miliardi in totale;

 

Datti alla mano, la domanda che abbiamo posto come titolo di questo articolo ha una risposta a dir poco ovvia.

I numeri riportati confermano, non solo come il video sia una forma di contenuto che attira una sempre maggiore attenzione degli utenti, ma anche la necessità per ogni azienda di esserci sul web, ma esserci anche con video.

Ma attenzione. L’utente è ormai esigente. Bisogna sempre curare le cose nei minimi dettagli, avere idee chiari e obbiettivi ben precisi. Individuare il target, scegliere il format e i mezzi di realizzazione appropriati, saranno decisivi e determineranno la buona riuscita del vostro progetto.

E per concludere, non possiamo fare a meno di ricordarci le vecchie parole sagge, che tornano oggi più che attuali: Vedere per credere.

Nessun commento